L’anello dei Briganti di Beka

- Sono uscite aperte e gratuite per tutti, non solo per gli iscritti alle gare.
- Ognuno partecipa secondo i propri mezzi e responsabilità e facendo affidamento sulle proprie forze, conscio del fatto che non si tratta di un evento organizzato.
- Non siamo in gara, la velocità è quella di una corsa lenta o camminata veloce.

Prima uscita di prova del 2018, più una camminata che una corsa.
Sabato 30 settembre 2017 ore 10.30
Per non interferire con altre iniziative e con i calendari di allenamento abbiamo pensato ad un’uscita con un percorso decisamente lento, per la maggior parte su tracce poco visibili e lungo sentieri che ricordano più la scoperta ed un’escursione veloce che una corsa in montagna. Ideale per sciogliersi le gambe prima di uno sprint su terreno facile e scorrevole.

Descrizione del percorso

Partenza al punto di intesezione della strada asfaltata con la ciclabile Cottur in località Mihele.
Si percorrono di 2,4 km più selvaggi di S1T 57 km, sendendo a fondo valle e risalendo lungo un bosco di faggio e castagno per arrivare fino a Beka, da qui si imbocca uno dei sentieri ormai perduti ed una volta frequentati dai briganti. Ecco dove emerge lo spirito più escursionistico e di avventura di questa uscita.

Sarà necessario guadare due volte il torrente, quasi sempre in secca, ma per l’occasione ricco d’acqua e con la possibilità, per chi non salta, di bagnasi un poco i piedi.

Giunti al km 2,5, equivalente al km 5 della gara, si arriva al bivio della variante 2018, dove abbiamo deciso di tagliare  1,8 km di percorso per inserire un tratto panoramico ed il passaggio nel centro storico del paese di Beka, eliminando  strada carrareccia boschiva e fangosa.

Questo tratto iniziale ha delle discese potenzialmente scivolose, ed un terreno prevalentemente fangoso e pietroso. Si tratta dell’unico tratto di gara dove la roccia non è quella carsica bianca e dove si incontrano scenari boschivi. Il resto del percorso sarà dominato da un fondo secco e calcareo affacciato sul mare. 

Giunti a Beka si abbandona il percorso di gara e ci si congiunge con il vecchio percorso di S1T, procedendo in senso inverso fino al Sentiero dell’Amicizia per altri 2 km. Si tratta di una sezione molto scorrevole, quella che sicuramente vale la pena di essere corricchiata.

Si arriva così al km 4,6 di questo anello. Una svolta secca a 90° lungo un sentiero quasi nascosto ci porta sulle tracce dei Briganti, nome che deriva dal fatto che in passato erano sentieri frequentati da briganti e contrabbandieri lungo il confine.

Questo tratto, prima in discesa fino a valle e poi in salita fino al punto di partenza è estremanete selvaggio. C’è una rete molto vasta di sentieri e tracce, alcuni dismessi, ed in alcuni punti usati dagli appassionati di downhill. Si attraversano tratti di bosco senza alcun riferimento e questo tratto va affrontato con la traccia GPS o in compagnia di chi sa dove andare. E’ quasi impossibile non perdersi se si procede senza GPS e senza conoscre la zona.
Procederemo tutti insieme lungo questo tratto.
Il paesaggio boschivo si apre spesso su panorami sulla Val Rosandra da prospettive spesso inedite.

Dati tecnici

Data Uscita: Sabato 30 settembre 2017, ore 10.30
Luogo di Ritrovo: Mihele (vedi su Google)
Parcheggio consigliato: a 150 metri, vedi qui 
Distanza: 8,2 km – 411 D+/D-
Tempo di percorrenza: 120 minuti
Passo uscita: Camminata veloce / corsa leggera
Livello: Medio
Traccia GPS:
 tracetrail
Note tecniche: Terreno generalmente facile ma potenzialmente scivoloso. Da fare con GPS o chi conosce la zona:  facile perdersi.
INFORMAZIONI: Tel +39 040 411 341

Gallery dell’uscita

Richiedi info