Ma è vero che dal 2019 ipertrail avrà un percorso segnato?

E’ necessario fare un po di chiarezza sul concetto di ipertrail ed il concetto di S1 Ultra

Ipertrail è una gara che prima di essere una prova di corsa è una prova di strategia e navigazione. Una prova di montagna con un supporto costosissimo per il trasporto del materiale dei concorrenti in casse, sincronizzato con gli spostamenti del singolo concorrente ed una gara con un costante monitoraggio di ogni runner. Fare questo ha dei costi altissimi e richiede un numero basso di partecipanti. Per questo la gara è unica nel suo genere. Nessun organizzatore ha deciso di creare una gara che non generi profitto, ma costi,  ma che sia basata solo sul portare avanti un’idea di Ultra Trail nella sua purezza.  La cosa più importate però è comprendere che chi sceglie questa gara deve amare il genere “avventura”, deve poter apprezzare l’idea di essere apparentemente solo in mezzo al nulla. Deve voler sfidare la propria mente prima delle proprie gambe. In due edizioni ci siamo resi conto che, non ostante le spiegazioni online ed il contatto singolo di ogni iscritto, solo il 60% dei concorrenti selezionati ha capito questo concetto. A questo si aggiunge un rifiuto del 30% delle richieste di iscrizione per mancanza di requisiti. Questo ha fatto si che quelli che sono nostri sforzi per dare un’esperienza unica, venissero visti da alcuni come un disagio arrecato o una mancanza organizzativa. Ad esempio, fornire le casse personali non significa risparmiare due lire sul cibo dei ristori, ma generare costi altissimi di gestione della logistica a favore della creazione di un’esperienza di gara completamente diversa.

Crediamo molto in Ipertrail, una gara unica, una prova che chi ha portato alla fine ricorderà a vita ed un esperienza completamente diversa dal solito e riservata a pochi. E quei pochi sono gli amanti del genere, non gli atleti più veloci o più duri. Ipertrail non è una corsa tradizionale e questo deve essere chiaro.

Non abbiamo voluto cambiarne lo spirito ma abbiamo voluto soddisfare anche chi cerca una Ultra tradizionale, con marcatura del percorso, ristori e tutti i servizi standard della 100 miglia classica. Insomma una di quelle gare a cui molti si iscrivono, senza leggere il regolamento, e senza poi far trovare “sorprese” sgradite (leggete i regolamenti!)

 L’unico modo per non tradire Ipertrail e soddisfare chi ama le 100 tradizionali era creare due gare distinte. 

Ecco quindi che negli anni DISPARI ci sarà S1 Ultra, una 164 km che percorre in senso opposto il percorso dell’ipertrail 2018. Tutte le info qui: http://www.s1trail.com/s1u/ e la mappa qui:  http://www.s1trail.com/gps164/

Una gara aperta a tutti, segnata, con le regole della 100 miglia tradizionale ed un numero massimo di 150 runner.

Anche gli orari sono stati adattati, per garantire una gara veloce, accessibile a tutti i runner e con il numero minimo di ore di buio. Iscrizioni online qui: http://www.s1trail.com/iscrizioni/

 

Negli anni PARI ci sarà Ipertrail una 167 km il cui percorso cambierà ad ogni edizione, creando un viaggio unico ed una scoperta del Carso Triestino, Sloveno ed in futuro anche di quello Croato.
Nel 2020 vi anticipiamo che il percorso partirà da Gorizia per toccare la Valle di Vipacco, il Monte Nanos, il Monte Taiano per poi arrivare a Trieste. Un viaggio davvero strepitoso. Le informazioni di dettaglio saranno pubblicate entro 12 mesi dalla data della gara.
Questo consentirà a chi ama il genere di avere un’esperienza di viaggio diversa ad ogni edizione, pur mantenendo saldo lo spirito e senza agevolare chi ha già partecipato.
Iscrizioni solo su invito o dopo una chiacchierata con l’organizzazione. Potete scrivere o contattarci da qui