Non vogliamo fare la gara a tutti i costi, ma vogliamo farla in serenità e se ci sono le condizioni per farla. Questa situazione, anche con vaccino, durerà ancora molto: vogliamo quindi iniziare a ripensare il modo di vivere le gare e applicare un nuovo schema che crei condizioni di sicurezza per i runner e anziché appesantire, sia di sgravio per il Sistema Sanitario Nazionale. ...

[qode_specification_list list_items="%5B%7B%22label%22%3A%22DISTANZA%20PERCORSA%22%2C%22value%22%3A%22113%2C4%20km%22%7D%2C%7B%22label%22%3A%22DISTANZA%20ALLA%20FINISH%20LINE%22%2C%22value%22%3A%2265%2C2%20KM%22%7D%2C%7B%22label%22%3A%22ASCESA%20ALLA%20FINISH%20LINE%22%2C%22value%22%3A%222100%20m%22%7D%5D" title="S1 Ipertrail 173 km"]Se sei arrivato fin qui, la parte dura ormai è passata. Riposati bene in questo punto di ristoro e recupera le forze, da adesso in poi la gara si fa sempre più facile. Dalle Grotte di San Canziano, le Škocjanske Jame, si prosegue lungo una serie di forestali poco impegnative fino alla salita per il Monte Castellaro, il Veliko Gradisce. Questa cima segna anche il punto dove Ipertrail incontra S1 Ultra. Attenzione quindi a non seguire i nastri di indicazione nel senso opporto a quello di gara. Se segui il percorso nel senso errato, arrivi comunque al traguardo, ma con 100 km in più. Altri 2 km e si giunge al Rifugio del Monte Cocusso - Kokos. Da qui si abbandona il percorso della Ultra per scendere verso il Valico di Pesek, dove parte la 57 km. Attenzione a non seguire i nastri della 57 km, a meno che non vogliate aggiungere 21 km per arrivare al ristoro completo di Draga che si trova ad appena 2 km. Questo sarà il primo punto in cui non troverete più la cassa, ma potrete iniziare a seguire la tracciatura di gara ed usufruire dei ristori. Visita le...

Per chi non è mai stato a Gorizia o a Nova Gorica, la differenza tra le due città nemmeno si nota. Eppure queste due realtà, da sempre con un confine che corre tra le case, erano due mondi ben distinti e separati fino a pochi anni fa....

La parte più montuosa è finita! Ma non è finita la sfida. Stai per attraversare una delle sezioni più selvagge e fredde della gara....

Il Monte Nanos, in Sloveno. Monte Re in Italiano, Monte Ocra ancor prima. E’ uno dei punti più significativi del Carso. Questo perchè domina il crocevia tra le arterie che connettono Ljubiana, in epoca romana chiamata Emona con Tergeste ed Aquileia...

Beh, leggi l’altimetria e dici: si sale, poi si scende, si sta in piano e poi si scende ancora. No, non è così! La salita è davvero impegnativa, tanto che è sede di una gara molto famosa in Slovenia, il “Vertical di Caven”, che porta al rifugio, “Koča” in Sloven...

Il tratto più lungo. Tutto di un fiato. Questo tratto è il più lungo senza assistenza, quasi 25 km. Non temere però, è anche il più semplice della gara....

Una partenza facile facile, lungo un sentiero agevole ed uno sterrato che inviata correre. Solo dopo due km questo placido sentiero si inerpica sulle pendici del monte Ter percorrendo in meno di un km ben 165 metri di dislivello....

Sei salito in cima al monte, sceso e sceso al livello del mare. Pensi che sia finito il grosso della gara? Ti sbagli! Ora inizia uno dei tratti più suggestivi ed inaspettati: si passa lungo un groviglio di trincee della Prima Guerra Mondiale. ...

Usciti dal ristoro vi aspetta uno dei tratti più panoramici della gara, fino alla vedetta Weiss. Qui vale la pena fermarsi per una foto e godersi la vista sul Golfo di Trieste....

Loading new posts...
No more posts