Dolina Majenca – Cp 2

S1 TRAIL 57 KM

DISTANZA PERCORSA 11,3 km
DISTANZA ALLA FINISH LINE 44,2 KM
ASCESA ALLA FINISH LINE 2063 m

S1 ULTRA

DISTANZA PERCORSA 122,1 km
DISTANZA ALLA FINISH LINE 44,2 KM
ASCESA ALLA FINISH LINE 2063 m

E ora il gioco si fa duro! Fai il pieno di energie al Ristoro di Dolina, perché sta per iniziare il tratto più impegnativo della gara. Una salita morbida e regolare porta al Monte Carso dove si possono vedere le rovine della vecchia caserma verso la Sella degli Aquiloni, ed il Monte Carso dal quale si prosegue seguendo il costone lungo  il sentiero CAI 39a, dal quale si gode una vista incredibile sulla valle. Lasciato il 39 si discende lungo il sentiero CAI 38 con dei tratti molto ripidi ed impegnativi. Raccomandiamo la massima attenzione, in particolare nel tratto del ghiaione della “Fonte Bukovec”, una delle pochissime che si trovano sul nostro Carso. Restate sempre sul sentiero e non superate in questo tratto. Terminata la discesa si arriva ad un punto di controllo obbligatorio, per poi risalire verso il Cippo Comici. Inizia quindi una seconda discesa molto impegnativa verso la chiesetta di Santa Maria in Siaris. Vale la pena fermarsi per una foto. Un tratto scorrevole e poi l’ultima salita alle rovine della Dogana di Funfemberg, risalente alla fine del 700, porta al ristoro Flinko di Draga.

Tre note importanti:

1. Il controllo dopo il sentiero 38 è obbligatorio. Assicuratevi di sentire il bip al passaggio. No bip, no classifica.

2. In caso di maltempo il percorso verrà semplificato con una versione più bassa al fine di garantire la massima sicurezza

3. Lungo il primo tratto e questo tratto avrete visto indumenti e spazzatura: non si tratta di inciviltà degli escursionisti e dei residenti. Si tratta della prova tangibile delle ondate migratorie. Ogni settimana i residenti e le associazioni puliscono i sentieri, ma quasi quotidianamente nuovi gruppi, favoriti da trafficanti di esseri umani senza scrupoli, attraversano il confine. Qui avviene un vero e proprio cambio: nuovi abiti, cibo, medicinali per rinvigorirsi, profumi e carte SIM. Tutto questo viene fornito sul confine, un ultimo cambio per potersi “mimetizzare” meglio al termine dell’attraversata. Come visitiamo le trincee e i residui dei passati conflitti, oggi passando di qui state visitando il grande dramma che la nostra società sta vivendo.

Gli anni passati abbiamo organizzato una grande pulizia i due giorni prima della gara, mimetizzando il fenomeno, nascondendolo ai vostri occhi perché “indecorso”.

Nel riempire decine di sacchi neri però la sensazione era quella di mentire.

Sì, perché una cosa è pulire la natura.

Una cosa è negare e nascondere il dramma di un sistema commerciale e logistico di esseri umani, scientificamente organizzato e gestito dalla malavita che è sotto li occhi di tutti. Non stiamo parlando di qualche “disperato” che arriva a piedi, ma carovane con supporto logistico completo. Pulire sarebbe nasconderlo ai vostri occhi sarebbe  quindi in maniera indiretta, favorirlo e rendersi complici.
Nel 2020 puliremo dopo la gara, quando tutti avrete visto cosa sta succedendo.

Bus Service

  • Dolina -> Visogliano h 9.15

ASSISTENZA

+39 040 411341

Ringraziamo per il supporto di Trieste Trasporti, che grazie al potenziamento del servizio di trasposto locale consente così tante opzioni di mobilità ai concorrenti e agli spettatori della Corsa della Bora