GPS e Lampade Frontali: le regole d’oro

blank

Alcune regole d’oro sull’uso della lampada frontale e del GPS.

Come far si che degli strumenti che potrebbero salvarci la vita o semplicemente semplificarcela non diventino i nostri peggiori nemici.

Ricordiamo che tutte le gare S1, eccetto Ipertrail sono segnate e non necessitano di GPS.

blankblank

Lampada Frontale
  1. Con il freddo le batterie si scaricano più velocemente, quindi è bene avere sempre una scorta maggiore rispetto alla stagione calda.
  2. E’ buona regola tenere sempre le batterie al caldo per preservarne la carica, possibilmente in una tasca interna della giacca o in una posizione dello zaino a contatto con la schiena.
  3. Le batterie vanno caricate bene prima della gara o dell’uscita e tenute a temperature possibilmente sopra il 10 gradi,  anche prima dell’utilizzo.
  4. Parti sempre con un’intensità di luce bassa, giusto quello che serve, man mano che aumenta la stanchezza semmai aumenta l’intensità della luce. Non partire mai con la luce al massimo. Ovviamente questo consiglio vale per un utilizzo prolungato, per l’intera notte o più notti.
  5. Disabilita la connessione WIFI e Bluetooth della lampada frontale (se prevista), per migliorare la performance e se possibile utilizza la modalità di luce adattiva.
  6. Tieni il fascio di luce a distanza media, non serve illuminare tanto lontano, e se utilizzi la modalità adattiva con un fascio puntato lontano finisci per consumare più energia, quindi hai un effetto opposto a quello desiderato.

 


blank

Orologi e Navigatori GPS
  1. Ogni dispositivo va utilizzato più volte prima di una gara o di una spedizione,  in modo da testarne le funzioni e saperlo usare in automatico, anche in condizioni di stanchezza o di maltempo.
  2. Tenendo tante schermate attive, modificando spesso le visuali (pagine sugli orologi, zoom e mappe sui dispositivi palmari) si incide in modo negativo sulla durata della batteria. Trova una schermata con i dati che ti servono e cerca di mantenerla.
  3. Disabilita i sensori che non servono: il sensore cardio, la temperatura e tutte le connessioni che non sono utili alla gara o all’utilizzo specifico, come quella bluetooth o WiFI con il cellulare o altri dispositivi. Una totale follia usare funzioni come il tracking di Garmin o similari: come dire addio alle batterie dell’orologio e del telefono contemporaneamente.
  4. Seleziona la modalità WAAS o GPS. La modalità WAAS è quella che attualmente da migliore copertura nelle nostre aree, la modalità GPS è quella che consuma meno batteria, ma potrebbe perdere più spesso il segnale: quindi consumando più batteria. In definitiva la modalità WAAS è la scelta migliore sempre. La modalità GALILEO sarà apprezzabile dal 2023 in poi.
  5. Prevedi di caricare il dispositivo, con un cavetto e power bank o con batterie stilo.
  6. Consigli di utilizzo per la navigazione per Ipertrail:
    1. Navigare con un orologio richiede molta esperienza e non sempre offre precisione. In alcune zone l’errore è garantito, soprattutto quando ci sono più sentieri paralleli o non si utilizza una cartografia dettagliata sul dispositivo da polso. La navigazione con orologio comporta anche un maggior consumo di batteria con la quasi assoluta certezza  di necessitare una carica ulteriore o più per completare la gara. Questo sistema è fortemente sconsigliato e va utilizzato solo da chi ha molta dimestichezza con lo strumento
    2. Prediligi i navigatori cartografici, semplice e portatili. La serie ETREX di Garmin è ottima. Non servono schermi enormi, sono sconsigliatissimi quelli touch (Garmin Oregon e similari), che con guanti e condizioni meteo avverse sono poco utilizzabili. Ottima invece l’interfaccia navigabile con il Joystick della serie Etrex.
    3. Altrettanto sconsigliati i cellulari per lo stesso motivo: la fruizione con il touch è adattata alla bici o a percorsi semplici. Un utilizzo prolungato al freddo ed in condizioni avverse, non è compatibile con tali dispositivi. Allo stesso modo caricarli durante l’uso, in condizioni meteorologiche problematiche potrebbe essere impossibile. Nel caso si utilizzi un cellulare andando in barba a questo articolo: disabilita tutte le connessioni ed applicazioni diverse dalla navigazione e portati un cellulare solo per le comunicazioni. Disabilita i social network, whatsapp e la connessione dati.
    4. Prediligi i navigatori a batterie esterne e standard, anche qui la serie Etrex di Gramin è un ottimo compromesso. Le batterie AA si trovano ovunque e sono facilissime da cambiare e reperire. Evita i navigatori che ti obbligano a batterie apposite o che hanno batteria integrata. Attenzione: verifica sempre nelle nel menù delle impostazioni del GPS che la tipologia di batteria utilizzata corrisponda a quella inserita. I GPS infatti prevedono di specificare se si utilizza una batteria alcalina, ricaricabile o al litio. Non sono uguali e se non specifichi la modalità, la batteria si scarica in fretta. Prediligi le batterie al LITIO, costano il doppio ma durano il triplo e resistono benissimo al freddo! vale la pena spendere quei 10 euro in più. le trovi su Amazon o nei negozi specializzati di fotografia.
    5. Tracce GPX. Più la traccia è dettagliata, più il dispositivo fa fatica a gestirla ma più precisa è la navigazione. Gli orologi, anche i più moderni, non gestiscono bene le tracce complesse come i dispositivi palmari e molto spesso trasferendo una traccia all’orologio il software di gestione la semplifica, rendendola meno complessa e quindi più gestibile dal device, ma anche meno precisa.  In definitiva alla mancanza di precisione dell’orologio si somma il fatto che le tracce gestibili sono meno dettagliate, aggiungendo altra imprecisione.
      Una buona regola è usare sempre tracce più corte in termini di km ma con più punti e più dettaglio, in modo da non richiedere grandi semplificazioni e da essere più gestibili, pur mantenendo il dettaglio.
    6. Usa le tracce tappa per tappa, non usare la traccia intera, caricala tuttavia sul tuo dispositivo per sicurezza. Non sclerare ed attendi con pazienza se ci mette molto tempo a caricarla. Spegnere il dispositivo a forza in un impeto d’ira durante questa operazione potrebbe poi peggiorare la situazione e richiedere un factory reset.
      PS: Sono online le tracce Ipertrail2020… lo diciamo qui, non nel titolo.

blank


blank

Nella sezione Ipertrail potrai trovare anche la cartografia completa Open Street Map dell’area di Trieste, Slovenia e Croazia utilizzabile gratuitamente suo tuo computer o su navigatore.

Le tracce delle gare S1 sono disponibili per il download dalla sezione GPS. Se invece sei interessato ad altri percorsi nella zona di trieste e della Slovenia, consulta la sezione Uscite S1 per scoprire anelli e tracce da fare in autonomia o  seguendo il nostro programma.

 

GPS Mappe Tracce e Profili Altimetrici – S1 Trail Corsa della Bora

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.