Quest'anno abbiamo implementato il sistema di riconoscimento immagini di PIC2GO e tutti i concorrenti hanno potuto ricevere le loro foto taggate. In alcuni casi il pettorale non è ben visibile e quindi alleghiamo i link alle gallerie complete. Tutte le immagini possono essere usate liberamente purchè venga citato come credito © s1trail.com Se vuoi ricevere una tua foto a risoluzione piena, dal sistema PIC2GO e non hai facebook puoi cercare il tuo numero da questo link, inviaci una richiesta e ti spediremo il file....

Senatorji Corsa della Bora 2019. Ste končali vsaj 3 izdaje Corsa della Bora in vaše ime ni na seznamu? Verjetno zato, ker ste se prijavili brez povezave in je v vaših osebnih podatkih nekaj neskladja. Piši nam in popravimo! Če ste senator, nam pišite in zahtevajte kodo za popust!...

Letos smo izvedli PIC2GO-ov sistem prepoznavanja slik in vsi tekmovalci so lahko prejeli svoje označene fotografije. V nekaterih primerih bib ni jasno viden in zato prilagamo povezave do popolnih galerij. Vse slike se lahko prosto uporabljajo, dokler je navedena kot kreditna © s1trail.com Če želite prejeti fotografijo popolne ločljivosti od vas, iz SISTEMA PIC2GO in nimate Facebook lahko poiščete svojo številko s te povezave, nam pošljite zahtevo in poslali vam bomo datoteko....

Quest’anno lo scirocco ha beffato “la Bora”. Niente vento gelido, aria tersa e asciutta. Tutto il contrario. È stata una Corsa della Bora con temperature alte, ma soprattutto umida, nebbiosa, scivolosa. Giornate grigie, in cui piogge più o meno intense avrebbero invitato a starsene al chiuso. Iscrizioni da record, con 1253 nomi sulla start list ben 952 i finisher da 27 nazioni che hanno tagliato il traguardo di una delle 4 gare competitive e quasi 450 sulle non competitive. Una presenza totale di più di 2000 persone in un solo giorno al Bora Village, risultato eclatante se si pensa alla stagione ed alle condizioni meteo. Su sentieri resi estremamente insidiosi e potenzialmente pericolosi dalle rocce umide e scivolose, dal fango, dalla nebbia che a tratti comprometteva la visibilità. Condizioni che hanno richiesto uno sforzo ancor maggiore a tutto il corpo organizzativo per garantire la sicurezza sul percorso. Un successo che per noi ha un valore ancora maggiore: la macchina organizzativa ha risposto perfettamente anche nelle condizioni più avverse con un numero di partecipanti ancora in crescita nonostante il cattivo tempo. A questo si aggiunge il fatto che non abbiamo riscontrato alcun infortunio grave, dato che conferma l’ottimo lavoro dei volontari del Soccorso...

6 gennaio 2018: 3° Corsa della Bora TRIESTE, NUOVO EPICENTRO DEL TRAILRUNNING INVERNALE GARE COMPETITIVE DA 8, 21, 57 E 167KM E MOLTISSIMI EVENTI NON COMPETITIVI Trieste, nuovo epicentro del trailrunning invernale con La Corsa della Bora. L’evento organizzato da ASD SentieroUno torna il 6 gennaio 2018 per la terza edizione e alza ancor di più l’asticella. Non solo le consolidate gare competitive da 21, 57 e 167km. Da quest’anno si aggiunge S1Just-8km e un ampio programma di eventi non competitivi, che si svolgeranno su tutto l’arco del Carso triestino e sloveno. A correre sui sentieri del Carso il giorno dell’Epifania ci saranno 1000 atleti provenienti da tutta Italia ed Europa. A due mesi dal via, le iscrizioni sulle distanze lunghe sono prossime al sold-out e si registra una fortissima presenza di atleti in particolare da Austria, Germania e Slovenia. Ma sono già oltre 20 le nazioni presenti, con provenienze anche da Brasile e Sudafrica, con evidenti ricadute sull’indotto, che a oggi registra già 300 richieste di pernottamento. “La Corsa della Bora” da quest’anno non darà pane solo ad indomiti atleti: «Vogliamo far venire voglia a tutti di trascorre il giorno della Befana sul nostro bellissimo Carso» racconta Tommaso de Mottoni, organizzatore e presidente ASD...

E’ stata una Corsa della Bora a tutti gli effetti. Non solo perché la Bora ha soffiato su un cielo terso e soleggiato, ma in quanto questa giornata è stata permeata completamente dallo spirito del Vento. Uno spirito che ha travolto e affascinato tutti i partecipanti. Un vento gelido e tagliente ed il caldo abbraccio di ospitalità dei volontari sul percorso. La durezza del terreno e la serenità e gioia dei volti di chi si è incontrato facendo questo viaggio. La fatica nell’affrontare le asperità e la soddisfazione di arrivare alla fine. Le difficoltà lungo il percorso che diventano pretesto per trovare nuovi modi per superarle. La scorrettezza di qualcuno che fa si che molti tendano la mano in un aiuto disinteressato. La bocca arsa dal freddo ed una zuppa calda ad un punto di ristoro. La sofferenza che è anticamera dell’appagamento più completo. La gioia più grande, data dalle cose più semplici. L’umiltà di quando si riconoscono i propri limiti, come mezzo per raggiungere traguardi impensabili. Un avversario nella competizione che diventa stimolo e ragione di un successo. Il nemico, che di fronte ad un obiettivo comune, diventa il miglior alleato. L’eccitazione e la tensione prima della gara e la sensazione di pace dopo una doccia bollente. Nello sport, come nella vita,...

E’ stata una Corsa della Bora a tutti gli effetti. Non solo perché la Bora ha soffiato su un cielo terso e soleggiato, ma in quanto questa giornata è stata permeata completamente dallo spirito del Vento. Uno spirito che ha travolto e affascinato tutti i partecipanti. Un vento gelido e tagliente ed il caldo abbraccio di ospitalità dei volontari sul percorso. La durezza del terreno e la serenità e gioia dei volti di chi si è incontrato facendo questo viaggio. La fatica nell’affrontare le asperità e la soddisfazione di arrivare alla fine. Le difficoltà lungo il percorso che diventano pretesto per trovare nuovi modi per superarle. La scorrettezza di qualcuno che fa si che molti tendano la mano in un aiuto disinteressato. La bocca arsa dal freddo ed una zuppa calda ad un punto di ristoro. La sofferenza che è anticamera dell’appagamento più completo. La gioia più grande, data dalle cose più semplici. L’umiltà di quando si riconoscono i propri limiti, come mezzo per raggiungere traguardi impensabili. Un avversario nella competizione che diventa stimolo e ragione di un successo. Il nemico, che di fronte ad un obiettivo comune, diventa il miglior alleato. L’eccitazione e la tensione prima della gara e la sensazione di pace dopo una doccia bollente. Nello sport, come nella vita, le...

CLASSIFICA 2018 Visualizza online la classifica: Classifica S1 Trail & S1 Half  Classifica Ipertrail Classifica Ipertrail individuali e Team Classifica S1 Just FOTO 2018   Quest’anno lo scirocco ha beffato “la Bora”. Niente vento gelido, aria tersa e asciutta. Tutto il contrario. È stata una Corsa della Bora con temperature alte, ma soprattutto umida, nebbiosa, scivolosa. Giornate grigie, in cui piogge più o meno intense avrebbero invitato a starsene al chiuso. Iscrizioni da record, con 1253 nomi sulla start list ben 952 i finisher da 27 nazioni che hanno tagliato il traguardo di una delle 4 gare competitive e quasi 450 sulle non competitive. Una presenza totale di più di 2000 persone in un solo giorno al Bora Village, risultato eclatante se si pensa alla stagione ed alle condizioni meteo. Su sentieri resi estremamente insidiosi e potenzialmente pericolosi dalle rocce umide e scivolose, dal fango, dalla nebbia che a tratti comprometteva la visibilità. Condizioni che hanno richiesto uno sforzo ancor maggiore a tutto il corpo organizzativo per garantire la sicurezza sul percorso. Un successo che per noi ha un valore ancora maggiore: la macchina organizzativa ha risposto perfettamente anche nelle condizioni più avverse con un numero di partecipanti ancora in crescita nonostante il cattivo tempo. A questo si aggiunge il fatto che...

Loading new posts...
No more posts